COSA MANGIARE O BERE FUORI CASA? – Personal Diet

maggio 23, 20170
Dress-My-TAble-Apparecchiare-la-tavola-per-un-aperitivo-2.jpg

Se siete anche  voi  a  dieta  ma  evitate di uscire la sera  perché  non  sapete cosa  consumare  fuori  casa,  leggete  questo  articolo,  vi  daremo alcuni consigli per sgarrare il meno possibile senza privarsi dei momenti di convivialità!

1.Non rinunciare alla vita sociale

 

Rinunciare alle uscite con gli amici, alla lunga potrebbe indebolire la tua volontà e allontanarti dalla agognata meta. Dopotutto, seguire  un  piano  alimentare  equilibrato  non  vuol dire  non  poter  avere  vita  sociale! Piuttosto, impara a distinguere gli alimenti SI dagli alimenti NO e, qualche volta, anche a rinunciare a qualche piatto.

2.Se sei al ristorante…

 

Se la serata prevede una cena al ristorante, evita i primi piatti (risotti o sughi sono sempre molto elaborati) e orientati, invece, verso un secondo piatto: carne, pesce, oppure una insalata colorata con una proteina (tonno, formaggio, uova), magari accompagnati da un poco di pane, sono la soluzione ideale.

3.In pizzeria…

 

Se il programma della serata prevede la pizza, mangiala con serenità, purché avvenga non più di una volta a settimana. Piuttosto, prendi una pizza piccola e accompagnala ad un’insalata (da consumare prima).

I condimenti: per rendere più leggera la tua pizza, evita di mischiare le proteine (ad esempio mozzarella e tonno o mozzarella e affettato).

4.L’aperitivo…

 

Per  quanto  riguarda  l’aperitivo  dovete  cercare  di  selezionare  i  cibi, dividendoli tra cibi Sì e cibi No.

 

Cibi sì:

 

  • Bruschetta al pomodoro, bruschette al formaggio, verdure miste, cous cous di verdure, riso  alla  cantonese, insalate miste, crudités di verdure con salsa allo yogurt, eventuali secondi piatti poco conditi (come insalate con straccetti di pollo);
  • Cibi no: cibi fritti, primi piatti elaborati, secondi piatti elaborati…

5.Altre idee…

 

Non sottovalutare la possibilità di mangiare, fuori casa, una buona piadina vegana (senza strutto negli ingredienti) con verdure grigliate e una proteina (tonno, formaggio, affettato), o il sushi (scegliendo tartare ad esempio, senza salsa di soia già aggiunta, soia edamame, riso col pesce, pesce grigliato o le insalate miste o alle alghe purché, ripetiamo, non siano già condite con la salsa di soia, ricca di sodio)

6.Bevande

 

Altra domanda  fatidica:  cosa  bevo?  I cocktail analcolici non  sono  una  buona  alternativa, composti da  succhi  di  frutta  vari e molto zuccherini;  lo stesso discorso vale per i superalcolici.

 

Bevande sì: Virgin Bloody Mary, Centrifugato o Estratto di frutta e verdura, acqua frizzante con ghiaccio, limone, menta e zenzero, e se non avete sgarrato con la cena, anche un bicchiere di vino rosso o una birra.

 

Dott.ssa Giulia Florio


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Instagram