COME NON INGRASSARE IN MENOPAUSA – Personal Diet

gennaio 17, 20170
t1xlqvdqt_4-deniz-altindas-1280x1920.jpg

Arriva per tutte: la menopausa è un periodo fisiologico della vita con cui prima o poi noi donne dobbiamo fare i conti, con tutti le sequele che porta con sé. Tra i vari sintomi ed effetti, uno dei più temuti dalle donne è l’incremento ponderale. Cosa avviene? Perché l’odiato ago della bilancia si sposta in su? E come fare per prevenirlo? Scopritelo leggendo questo articolo.

COSA MI SUCCEDE?

L’umore va giù, vi sentite stanche e irritabili, vi sembra di non essere più le stesse. In questo periodo il calo degli ormoni tipici della donna in età fertile causa numerosi disturbi, sia sul tono dell’umore che fisici, ma ci sono buone notizie:

  • non durerà per sempre;
  • l’intensità dei sintomi è variabile e gestibile;
  • esistono terapie che possono aiutarvi, parlatene con il vostro medico;
  • Alla fine di questo percorso, imparerete a conoscere una nuova voi.

 

COSA SUCCEDE AL MIO CORPO?

 

  1. AUMENTO DELL’ADIPE.

Gli ormoni femminili, che per tanti anni vi hanno “regalato” il ciclo mestruale e il loro effetto protettivo su ossa, muscolo, vasi sanguigni, sono in calo. Significa che da ora in avanti con il passare degli anni dovrete stare più attente ed imparare a farne a meno. Una delle prime cose che noterete, sarà la riduzione della massa muscolare a favore del tessuto adiposo. Vi sembrerà una tragedia, ma l’evoluzione ha pensato anche a questo. Nella terza età infatti, avere più adipe diventa protettivo verso i più comuni traumi che possiamo procurarci: le fratture. Ecco dunque che il nostro adipe ci aiuta ad attutire gli eventuali colpi.

  1. CALO DELLA MASSA MUSCOLARE

La massa muscolare è destinata a ridursi con l’età, sia nell’uomo che nella donna. Come diretta conseguenza si riduce il fabbisogno calorico giornaliero e la capacità di “bruciare” energie. Significa che, pur mangiando le stesse cose e se, soprattutto, siete tentate di mangiare qualche dolcetto per tirarvi su di umore, ingrasserete.

  1. AUMENTO DELL’APPETITO

“Ingrassare” non è sempre una diretta conseguenza della meno pausa, ma c’è una forte correlazione anche in virtù dell’aumento dell’appetito, in particolare della voglia di dolci. Sta’ tranquilla, è tutto fisiologico! Il calo dell’umore può influenzare ed orientare le scelte alimentari, ma non devi mangiare meno: semplicemente mangiare meglio.

  1. AUMENTO DEL RISCHIO CARDIOVASCOLARE

Purtroppo, gli estrogeni che ci hanno tutelate fino ad ora non svolgeranno più il loro compito. In questi anni il rischio cardiovascolare aumenta progressivamente, ecco perché bisogna essere accorte nella propria alimentazione, nello stile di vita, smettere di fumare.

  1. PERDITA DI MASSA OSSEA.

Anche l’osso risente della menopausa, così come della vecchiaia in generale. L’osteoporosi è la conseguenza della demineralizzazione dell’osso.

            COSA POSSO FARE, DUNQUE, PER

NON INGRASSARE IN MENOPAUSA?

  1. Aumenta l’attività fisica.

Prenditi tempo per te, ogni giorno. Sia per una passeggiata a passo svelto, che non dovrebbe mai essere saltata, sia per allenarti, almeno due volte a settimana, sul mantenimento della potenza del muscolo. Ciò andrà a ridurre la fisiologica perdita di massa muscolare e l’eccessivo aumento di adipe. In oltre, ti farà bruciare molta più energia!

  1. Segui un piano alimentare equilibrato.

Bevi molta acqua, scegli fonti nutrizionali sane, variate, non troppo grasse, metodi di cottura salubri. Mangia molta verdura e inserisci almeno due frutti al giorno, scegli i cereali integrali, il pesce, i legumi, grassi sani come quelli dell’olio extravergine d’oliva e del pesce. Fai tre pasti al giorno senza mai trascurare la colazione, e due spuntini a base di frutta, verdura o frutta a guscio.

Se hai dubbi, non perdere tempo: fatti seguire da un nutrizionista.

  1. Proteggi il tuo cuore.

A parte l’attività fisica, l’alimentazione corretta e l’abolizione del fumo di sigaretta, tieni sotto controllo la tua pressione e fai, almeno una volta all’anno, le analisi ematiche di routine, come ad esempio quelle volte al controllo del colesterolo e dell’omocisteina ematici.

  1. Proteggi le tue ossa.

Assumi le corrette quantità di calcio e vitamina D, ogni giorno! Non sa da dove prendere il calcio che ti serve? Leggi il nostro articolo sulle fonti vegetali di calcio (QUI), e rivolgiti al tuo medico per capire se ti serve un’integrazione di vitamina D.

  1. Voglia di dolce? Fatti furba!

La voglia di dolce, ogni tanto, deve essere assecondata. Orientati verso scelte intelligenti: il cioccolato fondente 85% minimo può essere un grande alleato in certi momenti (conosci, ad esempio, i cestini di mandorle al cioccolato? Qui la ricetta!), i Dorayaki Light (QUI la nostra ricetta) una colazione alternativa golosa ma proteica, la mela cotta speziata di cannella una compagnia nelle serate d’inverno, le bacche di goji sono dolci e sane da spizzicare, le barrette fatte in casa (a base di soli cereali, miele e frutta a guscio) una merenda golosa e sanissima. Ci sono inoltre tisane ai frutti di bosco (profumate e buone!)

Dott.ssa Deborah Fedele

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Instagram